domenica 28 ottobre 2012

PER TE

 
Avrei voluto mettere un'immagine scema, scanzonata, irriverente...una di quelle che sarebbe piaciuta a te...sempre pronto a mordere la vita con la tua ironia...ma non ci sono riuscito.
Perdonami.
Lo so che te la ridi per tutta la tristezza che hai lasciato con la tua scomparsa improvvisa...uno scherzo dei tuoi...soltanto un po' più duro da accettare degli altri...perché qui, dopo la risata, non c'è il lieto fine.
Non ci siamo mai incontrati per una serie infinita di coincidenze sfavorevoli...mi hai invitato a Milano tante di quelle volte...mi dicevi sempre: "A casa mia c'è posto!".
Pensavo di salire prima di Natale...o pensavi di scendere tu per le feste per condividere intorno a una tavola delle ore insieme.
Il cibo, il vino...i sorrisi.
Mi hai sempre fatto ridere con i tuoi commenti puntuali e spiazzanti.
Mi hai sempre ascoltato e preso in giro per i miei sfoghi sopra le righe.
Mi hai sempre fatto compagnia con la tua simpatia e la tua bontà...quella che nascondevi sotto una crosta di cinismo che non ha mai ingannato nessuno. 
Io non so cosa pensare.
Mi sento solo molto triste.
Abbiamo scherzato mercoledì pomeriggio sulla mia età (pensavi fossi molto più giovane) e abbiamo parlato di lavoro e di problemi vari.
Giovedì hai commentato un mio post con una delle tue battute e io riso e ho cliccato "mi piace".
Niente di più.
Ora mi pento di non essermi soffermato...ancora una volta.
Ma dopo, pentirsi, non serve a niente, vero?
Chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto.
Fine.
Mi restano mille sensazioni di te, mille ricordi, mille parole, mille battute, mille chattate...e mi restano le tue storie.
Ti ho letto questa notte, sai?
Mi hai fatto compagnia con la magia delle tue parole.
E scusami se per oggi non sorrido.
Perdonami se non ti prendo ad esempio e non riesco a sfottere l'assurdità della vita con uno sberleffo da giullare.
 
Mi capisci, vero?
 
Ciao, Corrado...
 
***
 
Per chi avesse voglia di leggere il suo romanzo pubblicato da GeMS lascio qui sotto il link dove potete acquistarlo.
 
Corrado Sobrero - ILCANTO DELLA BALENA
 
E qui...la sua ultima intervista.
 
Buona lettura.

4 commenti:

  1. Un pensiero davvero molto bello.
    Condivido tutto quello che hai scritto, Carlo.
    Corrado ha lasciato un segno indelebile dentro di noi e, come ha detto Stefania, ora lui è in tutti noi. Pensa a quanto se la riderà vedendoci così stretti in questa disgrazia. Lui che fingeva di non tenere ai rapporti virtuali...ci mancherà!

    RispondiElimina
  2. Grazie Carlo. Maria

    RispondiElimina
  3. <3 un abbraccio anche a chi, essendogli amico (io lo conoscevo poco), sta soffrendo incredulo.

    RispondiElimina
  4. È nei cuori di chi gli ha voluto bene. Se può bastare... Ciò che conta. Ciao corrado...giammy...

    RispondiElimina